Fonte termale di Vanzone con San Carlo, Monte Rosa

L’acqua “miracolosa” delle miniere d’oro del Monte Rosa sarà presto nelle farmacie

Entro la fine dell’anno sarà disponibile in farmacia l’«Acqua Vanzonis». La multinazionale Ibsa Farmaceutici Italia e il Comune di Vanzone San Carlo, in valle Anzasca, hanno firmato l’accordo che permetterà l’uso della sorgente che sgorga ai piedi del Monte Rosa. La ditta della provincia Lodi ha ottenuto la concessione per cinque anni sull’utilizzo della fonte per la vendita e la distribuzione in esclusiva di fialette che saranno poi usate per cure in ambito otorinolaringoiatrico. Le acque arsenicali ferruginose della fonte «dei Cani» hanno origine dalle antiche miniere d’oro e contengono 65 elementi metallici. «Dopo un secolo finalmente il prodotto tornerà nelle farmacie – dice il sindaco Claudio Sonzogni -. È stato un percorso lungo che ora potrà dare i suoi primi frutti. Forniremo l’acqua al prezzo di 1 euro al litro. La previsione d’uso è di 7.500 litri il primo anno, fino a arrivare a circa 40 mila al terzo. L’azienda conterà così di mettere in commercio 425 mila pezzi entro in un triennio».

Nelle casse del Comune entreranno 10 mila euro l’anno per lo sfruttamento delle acque della miniera «dei Cani», e 25 centesimi per ogni confezione di fialette venduta. Intanto sono già terminati gli interventi migliorativi per la presa e l’immagazzinamento dell’acqua. «La ditta sta anche terminando di ottenere le autorizzazioni in ambito otorinolaringoiatrico, quelle per le malattie dell’apparato locomotore e per uso dermatologico le avevamo già avute» continua Sonzogni.
L’acqua Vanzonis potrà avere anche un utilizzo in ambito cosmetico. Il Consiglio comunale ha infatti accolto l’interesse della ditta Genico di Ascona (Canton Ticino) che inizierà una sperimentazione per la commercializzazione dell’acqua per una linea di prodotti cosmetici marchiati «Vanzonis». Intanto il Comune, che nel cassetto ha sempre il sogno di un centro termale, il 12 agosto inaugurerà la «casa Vanzonis», dove sarà allestita una mostra e ci sarà un festival musicale estivo.

Tratto da La Stampa, 8 maggio 2017

Post a comment